L'8 di monte Gemma (da S.Serena)
 

 

 

 
   
     
 

Difficoltà: E+ (media difficoltà)

 
 

Durata complessiva: +/- 1 giornata

 
 

Dislivello: +/- 1250 mt

 
 

Sviluppo totale: +/- 16 km

 
 
 
 
http://www.soccorsoalpinolazio.it/img/logo_cnsas_small.gif

Per tutte le emergenze in zone montane, impervie o in grotta chiama il 112-118 oppure il 3486131300

 
 
 
 
   
     
 

Percorso lungo, impegnativo e panoramico riservato ad escursionisti esperti ed allenati. Il doppio anello permette una conoscenza di monte Gemma, tramite le sue dorsali, completa! Notevole la varietà degli ambienti attraversati.

Arrivati a Supino si attraversa il paese, direzione fonte Pisciarello, per poi deviare a sinistra e salire verso la piana di Santa Serena (+/- 1080 mt) fino a raggiungere la fine della strada, nei pressi della fonte, dove si parcheggia.

Dalla fonte si attraversa la piana, seguendo l'evidente traccia, in direzione sud-ovest. All'incirca dopo 1,5 km si stacca sulla sinistra un sentierino che raggiunge una piccola sella (+/- 1140 mt) da dove è possibile risalire la cresta ovest di monte Gemma. Si segue la dorsale alternando tratti di bosco a zone pulite con qualche saliscendi fino a raggiungere monte Salerio (1439 mt, qualche segno, attenzione in caso di nebbia). Durante la salita si apprezzano monte Malaina, il gruppo del Semprevisa e, se ci sono le condizioni, il mare ...

Continuando in cresta si arriva alla croce di monte Gemma con vista panoramica. Si continua in discesa, verso est (segni), fino ad arrivare nella zona dei Pennicali. Quì con qualche difficoltà, si intercetta il sentiero che seguendo la dorsale, in direzione di monte Acuto (827 mt), conduce alla chiesetta di San Luca (+/- 750 mt).

Dalla chiesetta, verso destra, si continua su strada asfaltata in direzione di un fontanile a quota 753 mt, quì inizia il sentiero che traversa e risale in direzione di monte Sentinella. Una volta sulla cresta si procede liberamente verso nord (+/- 400 mt di dislivello), fino a ritornare su monte Gemma. Dalla cima, con un breve tratto verso ovest, si raggiunge uno dei pochi cartelli con indicazioni. Seguendo i segni, verso nord, si scende nel bosco fino a tornare alla macchina.

Lungo, panoramico, di soddisfazione!

 
 
 
 
   
 
 
 
 

 
 

[ Monti Lepini Orientali ]