La Torre (ruderi)
 

 

 

 
   
     
 

Difficoltà: E (Media difficoltà)

 
 

Durata complessiva: +/- 2-3 ore

 
 

Dislivello: +/- 300 mt

 
 

Sviluppo totale: +/- 4 km

 
 
 
 
http://www.soccorsoalpinolazio.it/img/logo_cnsas_small.gif

Per tutte le emergenze in zone montane, impervie o in grotta chiama il 112-118 oppure il 3486131300

 
 
 
 
 

Era da tempo che, sia dalla valle del Sacco che da Sprone Maraoni, quei ruderi "chiedevano" di essere visitati, riscoperti e valorizzati.

E finalmente è giunta l'ora ...

Certo quel che resta, ruderi appunto, non è granché ma tanto basta per stimolare fantasie e suggestioni in un luogo panoramicamente gratificante ai piedi di Sprone Maraoni. Sicuramente faceva parte di un sistema di controllo del territorio (ruolo militare), vista la posizione, e che con l'andar del tempo le mutate condizioni ne hanno decretato la fine.

Purtroppo l'abbandono in cui versa non giova ad un suo recupero ma la speranza, condivisa con gli amici di Morolo, è quella di renderla fruibile a breve a tutti gli appassionati.

Dal piccolo slargo di via Antonio Bragaglia, poco prima del semaforo, dove si parcheggia, si torna leggermente indietro per salire la scalinata che conduce alla strada cementata superiore. La si segue per 250-300 metri fino ad un bivio per poi prendere a sinistra una carrareccia zigzagante che migliora man mano che si sale.

Quando ripiana, verso destra, si abbandona la carrareccia per seguire il sentiero in direzione opposta (ossia verso sinistra, bivio poco evidente). Quest'ultimo risale +/- per un km fino ad arrivare nei pressi della Torre. Attualmente (Gennaio 2022) necessita di manutenzione e quindi, probabilmente, chi vorrà cimentarsi nell'escursione dovrà "lottare" non "con l'Alpe" ... ma con la vegetazione!

Siete avvisati.

 
 
 
 
   
 
 
 
 

 
 

[ Monti Lepini Orientali ]