Anello eremo di S.Angelo - Sprone Maraoni
 

 

 

 
   
     
 

Difficoltà: EE (Difficile)

 
 

Durata complessiva: 1 giornata

 
 

Dislivello: +/- 1100

 
 

Sviluppo totale: +/- 17,5 km

 
 
 
 
http://www.soccorsoalpinolazio.it/img/logo_cnsas_small.gif

Per tutte le emergenze in zone montane, impervie o in grotta chiama il 112-118 oppure il 3486131300

 
 
 
 
   
     
 

Anello lungo ed impegnativo riservato ad escursionisti esperti ed allenati. La traccia, superato l'eremo S.Angelo, diventa incerta fino ad arrivare sulla dorsale est di monte la Guardiola (1290 mt).

Giro notevole, di soddisfazione, con ambienti molto vari: dal facile (eremo S.Angelo), al difficile (subito dietro l'angolo), con ottimi punti panoramici, inoltre risalite impegnative e "tranquille" passeggiate (si fa per dire ...) nel bosco ed infine discese interminabili. Insomma un'escursione, come si dice, pepata!

Dal parcheggio, situato nella parte alta di Morolo, si risale (tratto iniziale decisamente ripido) costeggiando i ruderi dell'antico castello della famiglia Colonna (in parte restaurato). Seguendo il sentiero (segni) a quota +/- 600 mt si incontra un fontanile (nei pressi di pozzo Pauluccio), alimentato dall'acqua della sorgente S.Antone, la stessa che arriva in Piazza Ernesto Biondi, subito dopo parte sulla destra il percorso che risale a Sprone Maraoni, mentre proseguendo in piano e costeggiando si supera la Fossa Girolami e si "entra" in valle S.Angelo.

Il sentiero scende leggermente quindi riguadagna quota, supera un'area pic-nic incastonata nella roccia e risale la prima fascia di rocce, sulla destra. Superato il Fosso S.Angelo prosegue a sinistra, tra le due fasce di roccia, fino ad incontrare una breve scalinata che risalendo conduce all'Eremo (+/- 800 mt di quota).

Se si è fortunati, poco prima dell'Eremo, c'è anche la possibilità di osservare una piccola cascata.

Superata la deviazione per l'eremo si continua, su tracce di sentiero, ad aggirare il costone roccioso in senso orario risalendo leggermente. La mappa riporta una vecchia traccia che traversa e si porta in direzione della fontana S.Martino (quota 800 mt). Girato l'angolo, a destra, ci si ritrova in una conca ghiaiosa con tracce che risalgono a semicerchio verso sinistra, seguirle fino ad intercettare un sentierino che aggira un costone roccioso e rimonta, verso destra, sulla zona delle Piazzatelle (vedi mappa topografica) uno dei "piedi" della dorsale est di monte la Guardiola.

Il panorama cambia e si arricchisce di nuove vedute ...

Una volta sulla dorsale si risale, faticosamente, ad arrivare intorno a quota 1200 mt, si traversa a destra su tracce di sentiero, fino ad un bivio, quota +/- 1230 mt (coordinate: UTM 33T 348262-4609247) quindi si decide se proseguire sulla comoda carrareccia (consigliato), verso sinistra, che risale alla Guardiola e poi prosegue in direzione della piana del Lontro, oppure, accorciare il tragitto seguendo le scarse tracce verso destra che più avanti si ricollegano comunque alla carrareccia.

Qualunque sia la scelta la carrareccia, con un bel percorso nel bosco, permette di raggiungere il Lontro e quindi il panoramico terrazzo di Sprone Maraoni. Per la discesa armarsi di pazienza e ... occhio al mal di testa!

 
 
 
 
   
 
 
 
 

 
 

[ Monti Lepini Orientali ]